X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Conversazione

Stainos, cocciule, bentu e sali (Lagune, cozze, vento e sale)

Dalla Sardegna a Venezia, la narrazione della sostenibilità attraverso i linguaggi contemporanei

Date


Biglietto d'ingresso
Gratuito
LINGUA

Italiano

Un incontro per condividere con il pubblico la narrazione della residenza del gruppo di ricerca Ocean Fellowship in un location scouting curata dalla Fondazione Sardegna Film Commission, attraverso le voci dei protagonisti e le immagini del cortometraggio documentario realizzato da Giulia Camba.

All’inizio del mese di luglio il gruppo di ricerca del programma Ocean Fellowship, promosso da TBA21–Academy a Ocean Space, ha preso parte ad una residenza in una location scouting curata dalla Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna, navigando ed esplorando la costa sud-occidentale della Sardegna. Dal Sulcis si è navigato verso l’area protetta del Sinis. Uno sguardo dal mare verso la costa, per investigare l’impatto dell’attività mineraria - fra Masua, Porto Flavia e laveria La Marmora - e il mutare della costa nelle lagune del golfo di Oristano.

Nelle giornate sono stati numerosi i momenti di riflessione condivisa per il gruppo e di approfondimento con varie figure del territorio. Le mentori e le borsiste hanno avuto l’occasione di scoprire prospettive e background differenti, come Chiara Vigo, maestra di tessitura e di narrazione, i pescatori di Nieddittas - azienda cooperativa che coltiva la filiera dei mitili con processi sostenibili e gestisce l’area umida di Corru Mannu - e gli scienziati del CNR che lavorano al CReS – Centro di Recupero del Sinis delle tartarughe e dei mammiferi marini, situato sulla spiaggia di San Giovanni di Sinis, che si occupano del recupero, soccorso, affidamento e gestione delle tartarughe e dei cetacei. La conclusione dello scouting è stata affidata alle parole di Daniela Ducato, che, con "Edizero. Architetture di pace", costituisce un’eccellenza territoriale per tutte le istituzioni, associazioni e imprenditori che vogliono ridisegnare il proprio operare in un’ottica di sostenibilità.

Ad affiancare la Fondazione nell’elaborazione del programma della residenza, sono intervenuti la Fondazione MEDSEA e le competenze dei suoi scienziati e ricercatori, impegnati nella tutela e gestione sostenibile delle risorse marine e costiere della Sardegna e del Mar Mediterraneo.

L’incontro di domenica 5 settembre sarà l’occasione per rinsaldare il legame fra Venezia e la Sardegna, attraverso la partnership tra TBA21–Academy e la Fondazione Sardegna Film Commission. L'appuntamento sarà moderato da Barbara Casavecchia, leader di "The Current III". Interverranno Marco Gisotti, consigliere per la comunicazione istituzionale e ambientale negli uffici di diretta collaborazione del Ministro della Transizione ecologica, Nevina Satta, CEO Fondazione Sardegna Film Commission e Secretary-General at EUFCN European Film Commissions Network, Micaela Deiana, referente del progetto per la Fondazione Sardegna Film Commission

L'evento sarà preceduto alle ore 9:30 da una colazione offerta ai partecipanti all'interno del Chiostro di San Lorenzo con tipici dolci sardi gentilmente offerti da Sardegna Film Commission.

PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI

La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione a questo link.

Dal 6 agosto, per accedere a Ocean Space, tutti i visitatori devono presentare una valida Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) digitale o cartacea. Al momento della verifica, il titolare della certificazione deve fornire un documento d'identità valido. Maggiori informazioni.

In accordo con le regole per prevenire la diffusione del Covid-19, la capacità di Ocean Space è stata ridotta per garantire un'esperienza sicura.

All'interno di Ocean Space è obbligatorio l'uso della mascherina (coprendo correttamente naso e bocca) e sanificare le mani con l’apposito disinfettante all’ingresso. All'entrata viene effettuato il controllo della temperatura.

FONDAZIONE SARDEGNA FILM COMMISSION

La Fondazione Sardegna Film Commission si occupa di sviluppo della filiera audiovisiva in Sardegna e accompagna i creativi nell’esplorazione dell’isola, per scoprire luoghi e persone, patrimonio materiale e immateriale dell’isola, sempre con una visione di sostenibilità ambientale e sociale.

Foto: Barbara Pau. Per gentile concessione della Fondazione Sardegna Film Commission.

Marco Gisotti

Marco Gisotti, giornalista e divulgatore, scrive e conduce su Radio3 Rai gli appuntamenti su scienza e ambiente della trasmissione Wikiradio. Docente all’Università di Tor Vergata nel corso Teorie e linguaggi della comunicazione scientifica, è autore di “100 green jobs per trovare lavoro” (Edizioni Ambiente). È stato tra i fondatori e ha diretto per nove anni il premio Green Drop Award alla Mostra del cinema di Venezia. Attualmente è consigliere per la comunicazione istituzionale e ambientale negli uffici di diretta collaborazione del Ministro della Transizione ecologica.

Nevina Satta

Nevina Satta è CEO della Fondazione Sardegna Film Commission e Segretario generale per l' EUFCN - European Film Commission Network., membro del British Council Italy Cultural Advisory Board. In passato ha ricoperto il ruolo di vice-presidente nell'IFC - Italian Film Commission Association e Board Member di CineRegio, il network europeo dedicato all'industria audiovisiva, che promuove iniziative sulle politiche di sostenibilità nel cinema ed elabora nuove strategie di sistema fra pubblica amministrazione e industrie creative.