X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Conversazione

Maja Lunde dialoga con Sara Culeddu e Boris Ondreička

Incroci di civiltà - Festival Internazionale di Letteratura

Date


Biglietto d'ingresso
Gratuito
Artisti / Partner di conversazione

Sara Culeddu, Maja Lunde, Boris Ondreička

Prenotazione

Visita www.incrocidicivilta.org

Nell'ambito di Incroci di Civiltà, Festival internazionale della letteratura, la scrittrice norvegese Maja Lunde presenta il suo ultimo libro Blue (2017), il secondo romanzo della sua serie in quattro parti sul cambiamento climatico. La storia è ambientata in Europa nel 2041, quando la carenza di acqua è diventata la principale fonte di estesi conflitti e disperazione. Una breve lettura è seguita da una conversazione con il curatore della TBA21-Academy Boris Ondreička e Sara Culeddu dell'Università Ca' Foscari di Venezia.

Incroci di civiltà è un festival internazionale di letteratura. Iniziato dall'Università Ca 'Foscari di Venezia, il festival è alla sua dodicesima edizione annuale e 247 scrittori provenienti da ogni parte del mondo hanno partecipato fino ad oggi.

Prima della conversazione, Ocean Space accoglie i visitatori alle 13:00 con una visita guidata alla mostra di Joan Jonas Moving Off The Land II. Spuntini leggeri saranno serviti.

La conversazione è realizzata in collaborazione con il Center for Humanities and Social Change dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Partecipanti

Maja Lunde vive a Oslo. Scrittrice di romanzi e sceneggiati televisivi, dopo numerosi libri per bambini è diventata famosa a livello internazionale con il suo primo romanzo The History of Bees (2015), che è stato pubblicato in 32 paesi. Un best-seller internazionale, The History of Bees ha vinto il premio norvegese dei librai, diventando il primo romanzo d'esordio a ricevere il premio. Blue (2017) è il secondo libro della saga di quattro romanzi sul cambiamento climatico.

Boris Ondreička è un curatore, artista, autore e cantante con sede a Bratislava, SK e Vienna. Dal 2012 lavora come curatore presso Thyssen-Bornemisza Art Contemporary (Vienna) dove ha (co-) curato Rare Earth, Supper Club, Tomorrow Morning Line, Ephemeropteræ (in corso dal 2012) e recentemente Olafur Eliasson Green light- Un laboratorio artistico. Tra l'altro ha collaborato con il Dipartimento di Poesia alla National Gallery di Praga, la Biennale europea Manifesta 8 (Murcia e Cartagena, ES) e altri progetti individuali. Nel 2010 ha co-fondato la Július Koller Society.