X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Conversazione

 “In girum“ (dialogo attorno al camminare)

Giorgio Andreotta Calò in conversazione con Barbara Casavecchia

Date


LINGUA

Italiano

Nell'ambito del programma di TBA21–Academy The Current III, Mediterraneans: "Thus waves come in pairs" (after Etel Adnan), guidato da Barbara Casavecchia, la conversazione approfondirà il ruolo del camminare nella pratica dell'artista Giorgio Andreotta Calò, e in particolare della concezione ed evoluzione di un nuovo progetto site-specific a lui commissionato da TBA21–Academy: l’azione lacuna (2021), realizzata lo scorso giugno percorrendo in solitaria l’intero perimetro della laguna di Venezia in senso orario, per circa 270 km.

Immagine: Giorgio Andreotta Calò, Laguna sud, 2007, azione, laguna di Venezia. Foto @timeaoravecz © the artist

THE CURRENT

"The Current" è il cuore delle esplorazioni collettive condotte da TBA21Academy. Con l’obiettivo di rafforzare la relazione tra artisti, scienziati, attivisti, "The Current" è un'iniziativa pionieristica che coltiva pratiche transdisciplinari e lo scambio di idee sui nostri rapporti con l’Oceano e la comprensione che di esso abbiamo. Ciascun ciclo del programma ha una durata da tre a cinque anni e s’incentra su dei luoghi specifici. Il terzo ciclo si estende dal 2021 al 2025 e porta la nostra attenzione su Mediterraneo, Oceania e Caraibi. Con il titolo "Mediterraneans: ‘Thus waves come in pairs’ (after Etel Adnan)", la prima serie del terzo ciclo di The Current è condotta da Barbara Casavecchia.

BARBARA CASAVECCHIA

Barbara Casavecchia è critica e curatrice indipendente. Vive tra Venezia e Milano, dove dal 2011 insegna presso il Dipartimento di Visual Cultures e Pratiche Curatoriali dell’Accademia diBrera; tiene inoltre un corso di Critical Writing presso la NABA di Milano. È Contributing Editor della rivista Frieze e i suoi articoli e saggi sono stati pubblicati in art-agenda, ArtReview, D/La Repubblica, Flash Art, Mousse, Nero, South e Spike, tra gli altri, così come in libri e cataloghi d'arte. Nel 2018 ha curato la mostra “Susan Hiller, Social Facts” alle OGR, Torino. Nel 2020 è stata mentore del programma di Ocean Fellowship, promosso da TBA21–Academy presso Ocean Space a Venezia. Per il periodo 2021-2023 Barbara cura il terzo ciclo del programma di ricerca principale di TBA21–Academy, The Current.

Giorgio Andreotta Calò

Giorgio Andreotta Calò (nato a Venezia nel 1979) è un artista che vive e lavora tra l’Italia e i Paesi Bassi. Ha studiato scultura all’Accademia di Belle Arti di Venezia e alla Rijksakademie di Amsterdam. Nel 2011 ha partecipato alla 54a edizione della Biennale di Venezia diretta da Bice Curiger con l’opera Ritorno: un viaggio di 1200 km percorso a piedi da Amsterdam a Venezia. Nel 2012 ha vinto il Premio Italia per l’arte contemporanea promosso dal Museo MAXXI di Roma e nel 2013 il Premio New York concesso dal Ministero degli Affari Esteri italiano. Nel 2017 è stato uno dei tre artisti scelti per rappresentare l’Italia nel Padiglione curato da Cecilia Alemani alla 57a edizione della Biennale di Venezia. Nello stesso anno il suo progetto Anastasis ha vinto il bando Italian Council promosso dal MiBACT. Nel 2019 il Pirelli Hangar Bicocca ha dedicato all’artista un’importante retrospettiva dal titolo Cittàdimilano, curata da Roberta Tenconi.

INFORMAZIONI

La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione a questo link.

Dal 6 agosto, per accedere a Ocean Space, tutti i visitatori devono presentare una valida Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) digitale o cartacea. Al momento della verifica, il titolare della certificazione deve fornire un documento d'identità valido. Maggiori informazioni.

In accordo con le regole per prevenire la diffusione del Covid-19, la capacità di Ocean Space è stata ridotta per garantire un'esperienza sicura.

All'interno di Ocean Space è obbligatorio l'uso della mascherina (coprendo correttamente naso e bocca) e sanificare le mani con l’apposito disinfettante all’ingresso. All'entrata viene effettuato il controllo della temperatura.