X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Altro

STARTS4Water Residencies

Date



Luogo
Venice
MAGGIORI INFORMAZIONI

S+T+ARTS | STARTS4Water

TBA21–Academy è lieta di far parte del Consorzio STARTS4Water e di collaborare a due delle dieci residenze, ospitate a Venezia con il titolo "The Future of High Waters".


THE FUTURE OF HIGH WATERS: NATURE-BASED SOLUTIONS FOR THE VENETIAN LAGOON

VINCITORI:
Sonia Levy, Heather Anne Swanson, Meredith Root-Bernstein, Alexandra Arènes

Esplorando soluzioni basate sulla natura per il ripristino delle barene e la rigenerazione dell'ecosistema, questa sfida indaga le soluzioni per il cambiamento climatico, il contenimento dell'innalzamento del livello del mare e la cattura e stoccaggio naturale del carbonio nella laguna. Le attuali pratiche di gestione dell'acqua si sono dimostrate insostenibili in termini di consumo di carbonio della città. Nello spirito del "Sustainable Development Goal 14 delle Nazioni Unite: Life Below Water", la sfida si sforza di promuovere la reintroduzione di pratiche sostenibili, iniziative guidate dalla comunità e ricerca artistica, esplorando le possibilità di portare approcci basati sulla natura e sulla tecnologia in uno spazio condiviso di coesistenza e collaborazione.

"Il nostro progetto esplora i canneti veneziani e le multispecie che nascono dal loro recupero, per immaginare nuovi modi di pensare il futuro e le relazioni con le zone umide che circondano Venezia. Attraverso la mappatura speculativa, l'etnografia, i metodi ecologici sul campo, i documentari e l'artigianato delle canne, sonderemo forme di rappresentazione che mettono in discussione la capacità di agire e i processi di collaborazione tra arte, scienza e tecnologia, e tra l'umano e il più-che-umano." - Sonia Levy, Heather Anne Swanson, Meredith Root-Bernstein and Alexandra Arènes

THE FUTURE OF HIGH WATERS: GEO-ENGINERRING SOLUTIONS FOR THE VENETIAN LAGOON

Vincitori: Leonor Serrano Rivas, Diego Delas.

Quali soluzioni può offrire la geoingegneria, non solo alle serie di dati ma anche alla comprensione dei confini permeabili tra solido e fluido, terra e mare? Come possono i professionisti collegare arte e scienza attraverso una significativa integrazione della tecnologia al fine di co-immaginare soluzioni per un futuro praticabile? Come esemplificato dal controverso progetto MOSE, le condizioni che circondano la gestione dell'acqua nella laguna sono cambiate drammaticamente. Anche se l'intervento umano negli ecosistemi marini è tutt'altro che un fenomeno nuovo, la sua intensità e la sua scala richiedono un attento esame - come riecheggiato dall'SDG 14 delle Nazioni Unite: Life Below Water.

"Una spedizione è salpare verso l'ignoto a un punto di esaurimento immaginativo: Underwater Worlds evoca dispositivi pre-illuministi per esaminare la connessione tra geoingegneria, produzione artistica e narrazione a Venezia". - Leonor Serrano Rivas & Diego Delas

Maggiori informazioni

S+T+ARTS

S+T+ARTS è un'iniziativa della Commissione Europea per promuovere l'allenza tra scienza, tecnologia e arti, al fine di coltivare l'innovazione tecnologica incentrata sui bisogni e i valori umani.

Riunendo arte, tecnologia e scienza, il progetto pilota STARTS4Water mira ad affrontare una delle sfide più pressanti del nostro tempo: la gestione dell'acqua. Il progetto supporta artisti, ricercatori, esperti di tecnologia e altre parti interessate a trovare un terreno e un linguaggio comune per rispondere alle sfide regionali legate all'acqua. STARTS4Water si basa sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) 2030 delle Nazioni Unite e in particolare sull'SDG 5 "Acqua pulita e servizi igienici" e SDG14 "Life Below Water".

RESIDENZE

10 artisti o collettivi artistici sono stati scelti per le residenze STARTS che daranno il via a una serie di processi collaborativi e genereranno progetti che sensibilizzano e offrono soluzioni concrete per le sfide idriche regionali in Europa.

A seguito di un bando aperto che è stato lanciato nel luglio 2021, il Consorzio STARTS4Water ha ricevuto 294 domande ammissibili da 56 paesi diversi.

Ogni residenza affronterà una diversa sfida di gestione dell'acqua specifica della regione e si riferisce agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (in particolare SDG6 e SDG14). Le sfide sono state definite dai partner del Consorzio con il supporto di una rete regionale di esperti, tra cui esperti digitali, imprenditori, le principali istituzioni artistiche e di ricerca regionali, specialisti in trasformazione digitale, amministrazione e governance pubblica.

Le residenze STARTS4Water porteranno a opere d'arte tangibili che sviluppano la conoscenza e la consapevolezza delle sfide dell'acqua, o ad applicazioni e processi digitali che contribuiscono allo sviluppo locale dell'uso e della gestione sostenibile dell'acqua.

Le residenze iniziano da ottobre 2021 a giugno 2022 per una durata massima di 6 mesi.