X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Tour

4. MAREA: Il ritorno delle ostriche piatte veneziane

Coabitare nell'umidità. Venezia come modello per il futuro?

Date


BOOKING

La prenotazione è richiesta al seguente link.

PUNTO DI RITROVO

18:00: davanti al Ponte della Costituzione, Piazzale Roma.

Con le conversazioni itineranti del ciclo “Coabitare nell’umidità”, terzo capitolo del progetto “Venice as a model for the future?” sviluppato da TBA21–Academy per il suo Ocean Space, puntiamo sguardi e cammini verso l’azione localizzata di organismi e fenomeni spesso inascoltati, fondamentali per l’equilibrio di questo ecosistema.

Il progetto “Venice as a model for the future?” è nato nel 2020 ed è curato da Barbara Casavecchia e Pietro Consolandi. “Coabitare nell’umidità” fa parte del ciclo di ricerca triennale The Current III - “Mediterraneans: ‘Thus waves come in pairs’ (after Etel Adnan)”, guidato da Barbara Casavecchia.

4. MAREA: Il ritorno delle ostriche piatte veneziane

Camminando in giro per Venezia e le isole è facile avvistare nutrite colonie di ostriche. Sono Crassostrea gigas o ostriche giapponesi, una specie originaria delle coste asiatiche del Pacifico, arrivata nel Mare Adriatico solo mezzo secolo fa. Dall’estate 2021 è in corso un nuovo progetto per ripopolare la laguna con le sue antiche e pregiate ostriche autoctone (Ostrea edulis o piatta): si chiama MAREA (MAtchmaking Restoration Ecology & Aquaculture) ed è sviluppato dalla ricercatrice Camilla Bertolini, biologa marina e vincitrice di una borsa Marie Sklodowska-Curie European Fellowship all’Università Ca’ Foscari.

MAREA punta a dimostrare come il ripristino degli ecosistemi possa convivere con un'acquacoltura sostenibile, aumentandone gli introiti e al tempo stesso riducendone l’impatto. Grazie alla collaborazione tra scienziati e acquacoltori locali, sono già state seminate 2.200 “mamme” provenienti dalla Croazia su alcuni fondali ripristinati della Laguna Sud. Spetta loro il compito di generare nuove colonie nei luoghi con le condizioni più adatte. A farci da guida sarà proprio Camilla Bertolini, che ci illustrerà le diverse fasi e implicazioni ecosistemiche del progetto.

FOTO: MAREA, Camilla Bertolini.

INFORMAZIONI

Ritrovo ore 18:00 davanti al Ponte della Costituzione, Piazzale Roma. Partenza "Coabitare nell’umidità. Venezia come modello per il futuro?"

La partecipazione è gratuita con prenotazione al seguente link. Posti disponibili limitati.

CAMILLA BERTOLINI

Camilla Bertolini è una ricercatrice post-dottorato all'Università Ca' Foscari. Ecologista bentonica, la sua ricerca si concentra sui molluschi e studia come le specie, in particolare quelle sessili, interagiscono con il loro ambiente creando cicli di feedback per la salute e il mantenimento olistico dell'ecosistema. Come parte della sua ricerca si occupa del progetto MAREA, sostenuto tramite una borsa di ricerca Marie Curie e con il supoorto del fondo Horizon 2020 dell’Unione Europea.

THE CURRENT III

"Coabitare nell'umidità" è parte del programma di studio di TBA21–Academy The Current III: The Mediterraneans: “Thus waves come in pairs” (after Etel Adnan) guidato da Barbara Casavecchia.

The Current III è un programma transdisciplinare di percezione, ascolto, pensiero e apprendimento che supporta progetti, pedagogie collettive e voci lungo le sponde del Mediterraneo attraverso i campi dell'arte, della cultura, della scienza e dell’attivismo.