X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Tour

2. Correnti e ciclo dell’acqua: passato e futuro di una piccola isola veneziana

Coabitare nell'umidità. Venezia come modello per il futuro?

Date


Biglietto d'ingresso
Gratuito
BOOKING

La prenotazione è richiesta al seguente link.

PUNTO DI RITROVO

17:50 al molo dei vaporetti di Lazzaretto Nuovo

Con le conversazioni itineranti del ciclo “Coabitare nell’umidità”, terzo capitolo del progetto “Venice as a model for the future?” sviluppato da TBA21–Academy per il suo Ocean Space, puntiamo sguardi e cammini verso l’azione localizzata di organismi e fenomeni spesso inascoltati, fondamentali per l’equilibrio di questo ecosistema.

Il progetto “Venice as a model for the future?” è nato nel 2020 ed è curato da Barbara Casavecchia e Pietro Consolandi. “Coabitare nell’umidità” fa parte del ciclo di ricerca triennale The Current III - “Mediterraneans: ‘Thus waves come in pairs’ (after Etel Adnan)”, guidato da Barbara Casavecchia.

2. Correnti e ciclo dell’acqua

Nell'arco dei secoli, l'isola del Lazzaretto Nuovo ha svolto il ruolo di modello da studiare in vari modi e ha avuto tutti gli usi che hanno caratterizzato l'arcipelago veneziano (agricolo, religioso, sanitario, militare). La recente pandemia ci ha ricordato la necessità di destinare presidi permanenti alla cura delle specie, umane e non, presenti su ogni territorio: l'isola è il luogo in cui Venezia ha messo a sistema la quarantena nel XV secolo, per la prima volta nella storia. Oggi il Lazzaretto Nuovo è la sede dell'ecomuseo dei Lazzaretti Veneziani, che comprende il centro di ricerca La Biblioteca delle Isole e la passeggiata naturalistica Il Sentiero delle Barene dedicata all'ambiente della Laguna di Venezia.

Ospita inoltre uno dei primi impianti di fito-depurazione uno dei primi impianti di fito-depurazione realizzati in Italia, presentato come progetto-pilota all’Expo di Hannover del 2000. Ideato da Franco Montalto (che oggi è professore di Ingegneria Ambientale alla Drexel University di Philadelphia), si basa sulla piantumazione delle essenze in grado di smaltire gli inquinanti nel trattamento delle acque reflue, prima che vengano immesse nella Laguna.

I sistemi di fitodepurazione sono vere e proprie “eco-tecnologie”, che riproducono i processi biologici, fisici e chimici naturalmente in atto nelle zone umide, dove microorganismi e piante filtrano e assorbono le sostanze inquinanti. L'impianto del Lazzaretto Nuovo è un caso-studio per istituti scientifici e universitari (con il Magistrato alle Acque, CNR-ISMAR, Drexel University di Philadelphia, Università di Padova - Laboratorio di Analisi dei Sistemi Ambientali, IUAV Istituto Universitario di Architettura di Venezia).


FOTO
: Isola del Lazzaretto Nuovo.

INFORMAZIONI

Ritrovo ore 17:50 al molo dei vaporetti di Lazzaretto Nuovo. Partenza "Coabitare nell’umidità. Venice as a Model for the Future?"

La partecipazione è gratuita con prenotazione al seguente link. Posti disponibili limitati.

Vi ricordiamo che il trasporto in vaporetto è a carico dei partecipanti.

GIORGIA FAZZINI

Giorgia Fazzini, di formazione geografa e di professione manager territoriale, è project manager dell’ecomuseo dei Lazzaretti Veneziani e presidente di Ekos Club. Il progetto dei Lazzaretti Veneziani è promosso da due associazioni: Ekos Club e Archeoclub d’Italia Sede di Venezia. La sua base è l’isola del Lazzaretto Nuovo nella Laguna Nord di Venezia, l'unica fra le isole minori dell'arcipelago veneziano ad essere stata rigenerata dall’abbandono e riportata all'ampia collettività tramite un’iniziativa non profit. L'isola è oggi un ecomuseo dedicato al territorio e alla sua comunità: gestione e progetti sono frutto dell’impegno e dei saperi di centinaia di appassionati e volontari, in collaborazione con le Istituzioni e decine di realtà locali, nazionali e internazionali. Partecipano sul campo e in digitale migliaia di persone ogni anno da tutto il mondo.

THE CURRENT III

"Coabitare nell'umidità" è parte del programma di studio di TBA21–Academy The Current III: The Mediterraneans: “Thus waves come in pairs” (after Etel Adnan) guidato da Barbara Casavecchia.

The Current III è un programma transdisciplinare di percezione, ascolto, pensiero e apprendimento che supporta progetti, pedagogie collettive e voci lungo le sponde del Mediterraneo attraverso i campi dell'arte, della cultura, della scienza e dell’attivismo.