Skip to navigation Skip to main content

Conversation

SOS Laguna

Presentation of the new book by Prof. Luigi D’Alpaos

Dates


Location
Ocean Space
Admission fee
Free of charge

The author, Professor Emeritus of Hydraulics, University of Padua, will be in conversation with Giovanni Caniato of the State Archives of Venice to contextualize between the past and the future the problems concerning Venice and its lagoon, the heated polemics and the strong contrasts.

Prof. Luigi D’Alpaos

Luigi D’Alpaos è Professore Emerito di Idraulica nell’Università di Padova. Bellunese di nascita è stato per lunghi anni Professore Ordinario di Idraulica, prima, e di Idrodinamica, poi, nella stessa Università.

Nella sua attività di studioso e di ricercatore ha affrontato molti temi dell’Idraulica teorica e sperimentale, dedicandosi fra l’altro alla modellazione matematica del comportamento idraulico dei grandi sistemi idrografici.

Fin dai primi anni della sua attività di ricerca particolare rilievo è stato riservato ai problemi della difesa del territorio dalle piene e al comportamento idraulico dei bacini a marea.

Relativamente a quest’ultimo filone di ricerca, numerosi sono stati i contributi scientifici dedicati all’analisi dei fenomeni idrodinamici e morfodinamici riguardanti la laguna di Venezia, che negli ultimi anni è stata anche oggetto di due monografie di carattere scientifico-divulgativo.

Appoggiandosi ai risultati della più avanzata modellistica matematica, in tali monografie sono state esaminate le cause dei molti problemi che hanno afflitto e affliggono questo ambiente straordinario e unico nel suo genere.

Si aggiunge ora questo ultimo contributo, dedicato ai più recenti problemi della laguna e ai suoi difficili rapporti con l’uomo moderno, i cui obiettivi mal si conciliano con i temi della salvaguardia dell’ambiente lagunare e sono perseguiti senza tenere nel debito conto quel fenomeno epocale che sarà il probabile innalzamento del livello medio del mare nel corso del secolo, innalzamento dato ormai per certo dai più autorevoli organismi internazionali.

Giovanni Caniato

Da oltre trent’anni Giovanni Caniato è in ruolo nell’Archivio di Stato di Venezia, in qualità di archivista di Stato e di coordinatore della Sezione di fotoriproduzione, legatoria e restauro. Ha al suo attivo oltre centocinquanta pubblicazioni, dedicate soprattutto alla storia di Venezia, della sua laguna, dei bacini idrografici veneti e della cultura materiale, con particolare riferimento alle antiche corporazioni di mestiere afferenti l’edilizia, l’ornato e la cantieristica navale. Ha curato la riedizione critica della settecentesca “Compilazione delle leggi del Veneto Magistrato alle Acque” (1989). Per la collana “Bacini idrografici” ha curato la sezione storica dei volumi “Il Sile” (1998), “Il Piave” (2000, premio Gambrinus ‘Giuseppe Mazzotti’ 2001) e “Il Brenta” (2003). Con il geografo Eugenio Turri e il naturalista Michele Zanetti ha ideato e curato il volume promosso dall'UNESCO “La laguna di Venezia” (1995, premio Gambrinus ‘Giuseppe Mazzotti’ 1996). Fra i suoi saggi: "I secoli della Serenissima" (in "Viaggio alla Montagna Veneta", 2006), “Between salt and fresh waters”, in “Flooding and Environmental Challenges for Venice and its Lagoon: State of Knowledge”, Cambridge 2005). Nell’àmbito dei direttivi di varie associazioni e istituzioni locali e nazionali, si dedica da sempre allo studio, alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio etnoantropologico della “Civiltà dell’acqua” altoadriatica. È segretario dell’Istituto italiano di archeologia ed etnologia navale e Conservatore della collezione museale dell’Arzanà-Associazione per lo studio e la conservazione delle imbarcazioni veneziane.

The event is produced by We Are Here Venice in collaborations with Mare di Carta.

Hosted by Ocean Space.

Photo: Daniele Resini