Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Oceans in Transformation

Territorial Agency  — 

Gli oceani sono costantemente soggetti a rapide trasformazioni, e tuttavia la conoscenza delle stesse procede ancora molto lentamente, paralizzata tra forme di segregazione culturale consolidate e separazione tra attività umane di terra e di mare. Questa divisione deve essere rivista per affrontare con urgenza le vaste trasformazioni in atto negli oceani - Territorial Agency.

Territorial Agency: Oceans in Transformation è commissionato da TBA21–Academy. Il rapido esaurimento degli ecosistemi costieri del delta del Mississippi, combinato con scenari di innalzamento del livello del mare.
© Territorial Agency

Territorial Agency: Oceans in Transformation è frutto di una ricerca intersezionale avviata tre anni fa e commissionata da TBA21–Academy. Il progetto indaga le trasformazioni in corso negli oceani in quello che è stato definito Antropocene, l'era geologica caratterizzata dall'impatto diretto dell'uomo sull'ambiente. Attingendo agli ultimi studi sugli effetti di una serie di attività umane su ecosistemi marini e costieri, il progetto vuole generare una profonda consapevolezza rispetto al ruolo degli oceani nella sopravvivenza del pianeta. TBA21–Academy e Territorial Agency hanno collaborato con una rete di ricercatori e istituzioni per mettere in luce nuove forme di osservare e comprendere l’oceano attraverso la scienza, la cultura e l’arte.

Territorial Agency: Oceans in Transformation è commissionato da TBA21–Academy. Una vista sul fondo dell'oceano Pacifico, al largo delle coste delle Hawaii. Dati sonar multiraggio.
© Territorial Agency

Oceans in Transformation considera gli oceani come un sensorio, un corpo sensibile che reagisce all’intensificarsi delle attività umane, registrandone gli effetti e assorbendoli all’interno della circolazione globale oceanica, dei suoi ecosistemi e delle sue dinamiche. Allo stesso tempo l’oceano viene analizzato e registrato da una molteplicità di attori culturali, economici, scientifici, legali e ambientalisti che cercano di studiarne i cambiamenti. L’individuazione di queste trasformazioni pervasive stabilisce un’agenda completamente nuova che riconosce necessità umane e non, basata su immaginazione, lungimiranza e profonda cura.

In risposta a uno dei segnali più evidenti dell’emergenza climatica, l’innalzamento globale delle acque, Oceans in Transformation chiama in causa i tanti processi in corso che stanno alterando la vita sul pianeta. L’eccessivo trasporto marittimo, la pesca intensiva, lo sfruttamento degli ecosistemi costieri, l'estrazione mineraria in acque profonde, la pesca a strascico, l’estrazione petrolifera, la migrazione, il cambiamento delle circolazioni oceaniche, la militarizzazione, lo scioglimento dei ghiacci sono solo alcuni delle dinamiche che concorrono a forme di ecocidio, portate alla luce e analizzate all’interno del progetto.

Operando attraverso sovrapposizioni e associazioni concettuali e visive, Oceans in Transformation ridefinisce lo spazio marittimo come scenario di violenza umana, imperialismo e storia coloniale, delineando le tracce spaziali di queste forme di prevaricazione. Ciò che emerge è una nuova figura nella quale processi ambientali ed economici sono profondamente intrecciati.

Parte di uno studio continuo che si estende a tutta la durata della mostra, Territorial Agency e TBA21–Academy proporranno una serie di incontri e eventi a Ocean Space all’interno della programmazione stagionale. Le conversazioni che si svilupperanno durante la mostra coinvolgeranno diverse voci, fra cui quelle di scienziati, artisti, gruppi governativi, soggetti della società civile, istanze politiche e ambientaliste. Il corpus di lavori di Territorial Agency rimane aperto ad altre interpretazione e approcci, stimolando nuovi dibattiti pronti ad accogliere sia proposte utopistiche sia soluzioni concrete per il presente.

Territorial Agency: Oceans in Transformation è commissionato da TBA21–Academy. Tracce antropogeniche di un uso intensificato del suolo in Scandinavia sono collegate alla fioritura di alghe nel Mar Baltico, luglio 2019. Dati ESA Sentinel 2.
© Territorial Agency

Fondata dagli architetti Ann-Sofi Rönnskog e John Palmesino, Territorial Agency è un’organizzazione indipendente che unisce architettura, analisi spaziale, difesa ambientale e forme di intervento concreto con l’obiettivo ultimo di sollecitare dei cambiamenti rispetto all'ambiente costruito. In linea con l’impegno di TBA21–Academy per promuovere una maggiore conoscenza degli oceani attraverso pratiche artistiche e progetti culturali, Oceans in Transformation definisce nuovi modi di guardare, studiare e interpretare gli oceani. Indagini materiali e concettuali sono gli elementi centrali all’interno della ricerca commissionata da TBA21–Academy che vuole stimolare nuove forme di conoscenza che guardino alle cose da una prospettiva oceanica.

PROGRAMMA OCEAN FELLOWSHIP

In occasione della mostra Territorial Agency: Oceans in Transformation, TBA21–Academy lancia il programma di ricerca Ocean Fellowship a Ocean Space.

Il programma Ocean Fellowship, della durata di tre mesi e mezzo, offre a otto borsisti l'opportunità di approfondire una serie di studi avanzati sullo stato attuale degli oceani nell’Antropocene, nell'ambito della mostra.

Nell'ambito del programma Ocean Fellowship i borsisti acquisiranno conoscenze specifiche sul contesto istituzionale di Ocean Space, svilupperanno i temi proposti nella mostra a partire dal proprio ambito disciplinare e da prospettive personali, e condivideranno le loro ricerche con il pubblico, colleghi ed esperti.
A partire da una concezione alternativa di quello che viene definito "deep learning", basata su prospettive teoriche e culturali del Pacifico, il programma invita i partecipanti a immergersi e approfondire gli aspetti concettuali e sistemici della mostra.

TBA21–Academy sta inoltre cercando un/a candidato/a che ricopra il ruolo di mentore del gruppo per il coordinamento e il supporto alla ricerca per tutta la durata del programma. Il/la mentore avrà il compito di supervisionare, seguire e assistere i borsisti nella definizione e nello sviluppo del loro progetto.

Per ulteriori informazioni sul bando visita qui.

Nota: le iscrizioni per Ocean Fellowship sono chiuse dal 20 gennaio 2020.

OCEANS IN TRANSFORMATION SU OCEAN ARCHIVE

Alla luce dell’incertezza globale sul futuro a causa della pandemia da COVID-19, attraverso Ocean Space e Ocean Archive, TBA21–Academy continua a sostenere la produzione artistica e mantenere una cultura di relazioni per la nostra comunità veneziana e internazionale.
Il progetto di tre anni di ricerca "Territorial Agency: Oceans in Transformation", a cura di Daniela Zyman, è stato lanciato sulla piattaforma digitale open access Ocean Archive ed è stato accompagnato dal 20 al 23 maggio 2020 da un programma di iniziative digitali con artisti, musicisti e scienziati.

"Oceans in Transformation" è organizzato in sette traiettorie, a tracciare le interconnessioni tra i processi ambientali ed economici in tutto il pianeta. Le sette traiettorie saranno pubblicate ogni dieci giorni su Ocean Archive per una durata di tre mesi e saranno ampliate da una serie di saggi coediti in collaborazione con E-flux Art & Architecture, nonché arricchite da ulteriori ricerche condotte dal gruppo transdisciplinare di ricercatori che partecipano al programma di borse di studio Ocean Fellowship di TBA21–Academy, guidati da due mentori: la scrittrice e curatrice indipendente Barbara Casavecchia e la geografa critica Louise Carver.

Tra il 20 maggio e il 31 luglio 2020, un ricco programma di iniziative che comprende conversazioni, conferenze, proiezioni e performance di artisti, scienziati, musicisti e altri professionisti articolerà nuove conoscenze a cavallo tra scienza e intersezioni artistiche, con e su gli oceani in un momento di emergenza climatica ed ecologica.

Visita Ocean Archive per scoprire "Territorial Agency: Oceans in Transformation".

Territorial Agency: Oceans in Transformation è commissionata da TBA21–Academy e coprodotta insieme a Luma Foundation.