X

DONA PER L'OCEANO

Aiutaci a sviluppare il programma e a promuovere l’alfabetizzazione critica dell’Oceano donando qui sotto

Skip to navigation Torna alla navigazione principale

Tour

Sul retro di Venezia: Giudecca contemporanea

Walking (The) Trajectories: Venezia come modello per il futuro?

Date


Biglietto d'ingresso
Gratuito
BOOKING

La prenotazione è richiesta a info@ocean-space.org

Organizzato all'interno della Ocean Fellowship 2020, in particolare da Barbara Casavecchia (Mentore) e Pietro Consolandi (borsista), "Walking (the) trajectories: Venezia come modello per il futuro?" è un programma di talk itineranti volto a visualizzare alcuni temi parte della mostra "Oceans in Transformation" di Territorial Agency all'interno dello spazio veneziano.

INFORMAZIONI

Il punto di ritrovo di questo appuntamento non sarà a Ocean Space, ma alla fermata del vaporetto di Sacca Fisola alle ore 18:00.

*La fermata di Sacca Fisola può essere raggiunta dalle linee 2/4.1/8

**La camminata si svolgerà anche in caso di maltempo.

Sul retro di Venezia: Giudecca contemporanea

È la Giudecca la sede e il soggetto dell’ultima conversazione itinerante del ciclo “Walking (the) trajectories: Venezia come modello per il futuro?”, guidata da Angela Vettese. Attraverseremo l’isola che, isolata dal flusso turistico e collocata “sul retro” di Venezia, è per molti aspetti diventata il sestiere più contemporaneo della città. Dagli anni Sessanta, è infatti un laboratorio architettonico volto a immaginare una possibile evoluzione della città lagunare, spesso immobile nella sua conservazione. Dall’edilizia popolare di Gino Valle al progetto di Cino Zucchi per la ex-fabbrica Junghans, toccheremo luoghi che ospitano la popolazione, ma anche la cultura: spazi ri-immaginati, promessi o già riaperti, pensati per integrarsi con la storia e la vita di Venezia.

Angela Vettese

Angela Vettese è storica dell’arte, storica della filosofia, curatrice e docente. Durante gli ultimi decenni ha ricoperto diversi ruoli e curato diverse mostre. Ha contribuito a fondare nel 2001 la facoltà di Arti Visive presso l’Università IUAV di Venezia, corso di laurea di cui è tuttora direttrice. È autrice di diversi libri, non solo nell'ambito dell'arte contemporanea, fra cui "Venezia Vive" (Il Mulino, 2017).