Skip to navigation Torna alla navigazione principale

San Lorenzo

Ocean Space reintegra la storica Chiesa di San Lorenzo nel tessuto culturale di Venezia, dopo due anni di conservazione e rinnovamento e più di 100 anni di inaccessibilità al pubblico. Per molti, l'apertura di Ocean Space è il primo momento nella memoria di molti in cui sarà possibile rivivere questa magnifica ed enigmatica struttura architettonica.

© Photo: Andrea Merola

Favoleggiata come ultimo luogo di riposo di Marco Polo, la Chiesa di San Lorenzo risale al IX secolo. Riconoscibile per la sua facciata grezza e incompiuta, l'attuale struttura fu costruita alla fine del XVI secolo (1592-1602) su progetto dell'architetto Simone Sorella. All'interno, un raro e splendente altare bifacciale a tre vani, progettato nel 1620 da Girolamo Campagna, biforca il massiccio volume interno.

Nel corso dei secoli, San Lorenzo era nota come centro per la musica, dove il celebre compositore del XVII secolo Antonio Vivaldi, nato a Venezia, si esibiva e provava. La chiesa subì danni durante la guerra napoleonica e, nel 1810, fu sconsacrata e tutte le decorazioni tranne l'altare maggiore furono rimosse. Chiusa al pubblico nel 1865 e, all'inizio del XX secolo, vennero eseguiti una serie di scavi archeologici, alla ricerca dei resti dai Marco Polo.

San Lorenzo ha ospitato alcune installazioni temporanee negli ultimi decenni, in particolare l'intervento architettonico di Renzo Piano per la presentazione dell'opera "Prometeo" di Luigi Nono, parte del Festival Internazionale di Musica della Biennale di Venezia nel 1984, e un intervento sonoro dell'artista Ariel Guzik per il Padiglione messicano 2012 della Biennale.

Dal 2016, TBA21–Academy ha lavorato per restituire la struttura alla comunità per un uso attivo e continuativo. Il lavoro chiave di rivitalizzazione, supervisionato dall'esperto di restauro Gionata Rizzi insieme all'ingegner Franco Pianon, ha incluso la maggiore stabilizzazione e consolidamento dell'edificio, una completa sostituzione del soffitto e un riempimento del pavimento, in modo tale da proteggere i precedenti scavi archeologici. A partire dall'autunno 2019, Ocean Space subirà ulteriori interventi sul suo interno per supportare la sua trasformazione in un centro dinamico transdisciplinare per la ricerca oceanica e l'innovazione, progettato dall'architetto Andrés Jaque, Office for Political Innovation. Il programma di Ocean Space verrà rilanciato nella primavera del 2020, e il lavoro sul design degli interni dovrebbe essere completato nei prossimi due anni.

Nel corso dei secoli San Lorenzo ha avuto fama come centro musicale. Qui il celebre compositore veneziano Antonio Vivaldi (1678-1741) si esibiva e provava. La chiesa, che durante le guerre napoleoniche aveva subito gravi danni, nel 1810 venne sconsacrata e tutti gli arredi, ad eccezione dell’altare maggiore, ne furono rimossi. Chiusa al pubblico nel 1865, agli inizi del Novecento fu sottoposta a una serie di scavi archeologici, alla ricerca dei resti di Marco Polo.